Museo d'arte ludica Parigi

Museo d’arte ludica a Parigi

0 Condivisioni

Da quando il digitale terrestre ha fatto irruzione nelle nostre abitazioni ci troviamo sommersi di canali tv che parlano di ogni cosa: dalla cucina al fai-da-te, dall’ippica ai motori, e fare zapping è diventato quasi un lavoro, più che un passatempo. Spesso, fra l’infinita offerta di immagini e colori, ammettiamolo, non riusciamo a non fermarci per qualche minuto sui canali dedicati al mondo dell’infanzia: sgargianti ed empatici, sorridenti e brillanti, i cartoni animati di oggi sanno strizzare l’occhio anche al pubblico adulto. L’apparenza conta e grazie a quella grafica curata nei minimi dettagli, incredibilmente realistica e sorprendentemente armonica, fermarsi qualche minuto a guardare un cartone animato non è un’idea bizzarra: giusto il tempo di realizzare che, quasi quasi, siamo davanti a un piccolo capolavoro.

L’industria creativa per bambini, oggi, non è più rivolta solamente al mondo dei più piccoli: arte e talento sono profusi in fumetti e videogames, tali da incantare e affascinare anche noi adulti che, sempre più spesso, trascorriamo qualche pomeriggio sul divano a giocare alla consolle o, sui mezzi pubblici, ci lasciamo trasportare dalle avveniristiche avventure di supereroi.

Se davanti a quelle immagini così perfette ci siamo detti che era tutto merito della grafica digitale, facciamo un salto al Musée d’Art Ludique, ospitato nella struttura di Les Docks, situata nel 13simo arrondissement e… ricrediamoci.

Inaugurato lo scorso 16 novembre, saremo catapultati nel primo e, per ora, unico museo al mondo dedicato all’industria creativa dell’entertainment che ha conferito al mondo cinematografico dell’animazione, a quello del videogioco e a quello del fumetto il meritato ruolo di forma artistica. Accanto a una collezione permanente, Jean-Jacques Launier e Diane Launier, rispettivamente Presidente e Direttrice del Musée d’Art Ludique, organizzeranno mostre temporanee dove ammirare studi e bozzetti, plastici e statuette dei personaggi che sempre di più influenzano la cultura contemporanea, affascinando la popolazione di ogni età.

Un posto dedicato ai piccini che vogliono vedere come i loro beneamati eroi del piccolo e grande schermo prendono forma, prima di diventare quel compendio di tratti decisi, vivaci colori e gioioso carattere che li distingue; ma anche e soprattutto un luogo dove i grandi possono tornare bambini e perdersi a rimirare come quel sorriso sgargiante o quell’occhio strizzato che compare nel film sia frutto di un lungo progetto ed accurata elaborazione prima di assumere le sembianze finali.

Per ben incominciare, nei 1.200 mq del Musée d’Art Ludique, troveremo fino a marzo 2014 la mostra dedicata ai 25 anni di Pixar, la nota casa di cartoni animati. Una ricca esposizione che, partita dal MoMa di New York nel 2006, ha fatto il giro del mondo, mostrando gli sketch e i bozzetti, ma anche le piccole correzioni e minuterie che hanno interessato i personaggi simbolo della casa, come Wall-E o Toy Story, ma anche i più recenti Cars, Up o Ratatouille, tornato nella sua città natale, Parigi. Circa 500 opere, frutto dell’ingegno di 40 autori, ci mostrano da una parte il talento di coloro che, silenziosamente, lavorano per dare vita e notorietà ai piccoli protagonisti e dall’altra l’impegno, la passione e la dedizione di modellare pazientemente disegni così affascinanti e ben riusciti, capaci di farsi apprezzare anche dal pubblico più maturo.

Solo Parigi, una città che conserva gelosamente un ricco passato, felicemente sposato con un futuro imminente, poteva dimostrarci che carta, matita, pastelli e pennarelli la fanno ancora da padroni nei cartoni dell’era digitale. Solo alla Ville Lumiere, città romantica e passionale, laboriosa e attiva, potremo vedere come quel sogno d’innocenza e spensieratezza sia il frutto di un lungo progetto che prende vita. Solo qui, insomma, nella capitale più affascinante d’Europa la collezione che dimostra che le favole, anche nel terzo millennio, possono diventare realtà poteva trovare il suo habitat naturale.

Musée d’Art Ludique, Les Docks – Cité de la Mode et du Design, 34 Quai d’Austerlitz, Paris
Aperto da lunedì a giovedì dalle 10 alle 19; venerdì 10-22; sabato e domenica 10-20.
Accessibile a persone con disabilità motorie.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
      

Tour e biglietti imperdibili

2 commenti su “Museo d’arte ludica a Parigi”

  1. Buongiorno Sig. Carlo,
    questo Natale e precisamente dal 24 Dicembre al 28 Dicembre avrò l’onore di poter visitare Parigi. Nell’occasione vorrei visitare la mostra dedicata allo Studio Ghibili che si terrà presso il Museo Art Ludique.
    Ho provato a contattare tramite e-mail il Museo per sapere se il giorno di Natale fossero aperti e non ho ricevuto risposta, lei sa per caso se il Museo resterà aperto anche il giorno di Natale?

    La ringrazio in anticipo e le faccio i miei più sinceri complimenti per il suo sito in quanto si trovano tante nozioni utili.

    Buona giornata,
    Alice

    1. Buonasera Alice,
      purtroppo non lo so se sarà aperto a Natale, ma se dovessi fare una previsione, credo che sarà chiuso.

      Grazie tanto per i complimenti, li apprezzo molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.