Festival Ile de France

Festival d’Ile de France: che musica, Parigi!

0 Condivisioni

Prende il via il 6 settembre e proseguirà fino al giorno 11 di ottobre, il festival d’Ile de France, un evento che da oltre trent’anni anima Parigi con concerti di grande livello ed esibizioni da parte di artisti di fama internazionale. Musica a 360° con il Festival che spazia dal pop alla musica classica, non dimenticando gli amanti della musica contemporanea, di quella folk e persino quella antica.

Un numero sempre più esponenziale di visitatori (quest’anno si stima intorno ai 25mila) di ogni età e provenienza, attraverso i concerti riscoprirà una Parigi inedita che offrirà emozioni e suggestioni, grazie a una musica coinvolgente, capace di restituire anche la memoria antica della meravigliosa capitale e di tutta la Francia.

Quest’anno tra gli artisti maggiormente attesi c’è Vinicio Capossela, il noto cantautore di origini italiane, che si esibirà al Théâtre des Bouffes du Nord di Parigi, il 5 ottobre interpretando un repertorio personale che racconta attraverso la musica, le radici culturali e popolari di un cantautore dalla lunga carriera polistrumentale e di scrittura. Il teatro è localizzato nelle immediate adiacenze della più nota stazione ferroviaria di Parigi, Gare du Nord.

Non mancheranno influenze e suggestioni dal continente nero con 50 artisti di origine marocchina, impegnati in dieci concerti en plein air, che si esibiranno proprio il 6 settembre a Domaine de Villarceaux, Chaussy: alcuni di essi, oramai rinomati a livello internazionale, per la prima volta si esibiranno in Francia per condividere la ricchezza della musica e della cultura del loro paese d’origine.

Si chiude domenica 11 ottobre con Diego el Cigala vocalist e Diego Del Morao alla chitarra per un tributo al grande chitarrista spagnolo Paco de Lucía; con inizio alle cinque del pomeriggio, il più grande chitarrista di flamenco di tutti tempi, verrà ricordato nella magnifica cornice del Teatro Trianon (boulevard de Rochechouart).

Il festival sarà l’occasione per conoscere anche i meravigliosi teatri parigini: è noto che ai francesi piaccia non solo andare a teatro, ma soprattutto è noto che per i parigini siano motivo di vanto questi luoghi di vita sociale e integrazione culturale da aprire anche ai moltissimi visitatori. E per gli appassionati di architetture ecclesiastiche, la Collégiale Saint-Martin de Montmorency, splendida chiesa gotica del XVI secolo, ospiterà influenze finniche il 26 settembre alle 20.45 così come il giorno successivo a Notre-Dame d’Étampes con inizio alle 16,30. Epopee nordiche, personaggi fiabeschi e mito scandinavo, per ricordare Jean Sibelius, compositore e violinista di lingua svedese, in occasione della celebrazione dei centocinquant’anni dalla nascita.

E farà il pienone anche Youssou N’Dour, noto cantante senegalese che si esibirà il 26 settembre alle 20,30 presso il Cirque d’Hiver in Rue Amelot nell’XI arrondissement, noto per gli spettacoli circensi ma anche dressage, concerti e altri eventi.

Per poter partecipare ai concerti bisogna presentarsi con almeno 45 minuti di anticipo: i posti non sono numerati e ci si siede in ordine di arrivo eccetto i concerti che si terranno al Cirque d’Hiver, al Théâtre des Bouffes du Nord, Le Ranelagh e La Piscine. I bambini al di sotto dei tre anni non sono ammessi ai concerti.

È possibile prenotare collegandosi al sito ufficiale del festival e cliccare su “réserver”.

Per i gruppi di dieci persone, per le persone di età superiore a 65 anni, inferiore a 26 anni e per i disoccupati sono previste tariffe ridotte. Per gli studenti, la tariffa unica a 6 € è prevista per i concerti che abbiano una caratterizzazione pedagogica. È possibile fare richiesta chiamando l’organizzazione del festival.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
      

Tour e biglietti imperdibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.