Viale nel cimitero di Montparnasse

Cimitero di Montparnasse

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 6 luglio 2018

A Parigi persino i cimiteri acquistano fascino e diventano dei monumenti da non mancare in una visita completa. Il più famoso è certamente il cimitero di Père-Lachaise, situato nel 20esimo arrondissement, che deve il suo nome al confessore del re Luigi XIV, padre François d’Aix de La Chaise, appunto. Questo è, con i suoi 77 ettari di estensione, anche il più grande della città.

Per estensione, e probabilmente per fama, subito dopo Père-Lachaise si deve citare il cimitero monumentale di Montparnasse (19 ettari), aperto nel 1824 nell’omonimo quartiere nel sud della città. Questo luogo rappresenta anche uno dei maggiori spazi verdi di Parigi, con i suoi oltre 1200 alberi ed è considerato, di fatto, un luogo di pace e tranquillità nel cuore di uno dei quartieri più vivaci della capitale. Il posto ideale, insomma, per prendersi una pausa dalle frenetiche attività di Montparnasse, passeggiare all’ombra di conifere, frassini, aceri, alberi di limoni e tante altre varietà arboree, visitando le tombe di celebri personaggi dell’arte e della letteratura.

Galleria foto

[supercarousel id=3159]

Storia del cimitero

Il cimitero nacque, come detto, all’inizio del XIX secolo con una superficie molto minore di quella attuale, circa 10 ettari, tra le attuali Rue Edgar-Quinet and Rue Froidevaux. Qualche decennio più tardi, nel 1847, il cimitero si allungò verso est, raddoppiando la propria estensione e spingendosi fino al Boulevard Raspail e la piazza Denfert-Rochereau. Alla fine del XIX secolo, con lo sviluppo del quartiere e la costruzione di numerose strade, l’area del cimitero fu leggermente ridotta fino ad assumere la configurazione che conserva ancora oggi. Esso sorge in un area precedentemente occupata da vecchie fattorie della zona, tanto che conserva, al proprio interno, un antico mulino a vento senza pale.

Le principali tombe

Nell’area cimiteriale sono attualmente ospitate circa 35.000 tombe e ne vengono accolte circa 1000 nuove ogni anno; si stima, inoltre, che, da quando sia stata aperta, abbia ospitato oltre 300.000 salme. Tra queste si possono citare personaggi molto prestigiosi come, ad esempio l’attore francese Philippe Noiret, il drammaturgo irlandese Samuel Beckett, lo scrittore francese Jean Paul Sartre, il poeta Charles Baudelaire, Guy de Moupassant e tanti altri personaggi che hanno fatto la storia dell’arte e della letteratura in Europa.

Come arrivare

I visitatori possono passeggiare nel verde di questo tranquillo parco ed omaggiare personaggi storici senza alcun costo d’ingresso. L’accesso è dal numero 3 del Boulevard Quinet, raggiungibile dalle stazioni metro di Edgar Quinet (linea 6) e Raspail (linee 4 e 6) oppure mediante i bus numero 28 e 68. Gli orari di apertura sono tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00 con piccole variazioni dovute alla stagione, con ingresso consentito fino a 15 minuti prima dell’orario di chiusura.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
     

Tour e biglietti imperdibili